Fipav Puglia Magazine

News dal volley di Puglia

9-12-2015: #A2MVolley - Aurispa Alessano tanto cuore ma con Vibo non basta

 

I biancoazzurri, in piena emergenza per le assenze di Piazza, Muccio e Torsello si arrendono ai calabresi con il punteggio di 3-1. Tanta l’amarezza alla fine della partita perché, al cospetto di una squadra tecnicamente superiore, capitan Mazza sono stati quasi sempre in partita. Ancora una prestazione super di Jeliazkov che vince la sfida contro Michalovic

 

Un’Aurispa decimata dalle assenze lotta con il cuore contro la corazzata Vibo Valentia, ma alla fine cede per 3-1. In casa biancoazzurra c’è tanta amarezza, e per le tante assenze, e per le occasioni sprecate per portare il match dalla propria parte. I calabresi sono stati bravi nei momenti decisivi dei set, risultando più lucidi rispetto ai padroni di casa. Non è bastata all’Alessano l’ennesima buona prova di Jeliazkov, autore di 27 punti che gli hanno permesso di vincere la sfida contro Michalovic, fermatosi a quota 14. Tante proteste per il punto decisivo del primo set, con il secondo arbitro che vede un tocco del muro biancoazzurro sull’attacco di Vedovotto, non ravvisato dal suo collega di sedia.

Alle assenze già preventivate di Muccio e Torsello si è aggiunta all’ultimo minuto quella di Piazza, colpito da un attacco influenzale. Mister Bramato deve fare di necessità virtù e schiera Pellegrino in regia, Jeliazkov opposto, Bolla e Cernic di banda, Piscopo e Marzo centrali, Bisanti libero. Vibo Valentia che si schiera con la formazione titolare, vede Pinelli palleggiatore, Michalovic contromano, Vedovotto e De Paola laterali, Forni e Presta in posto 3, Marra libero.

L’Alessano parte forte con un attacco di Bolla e un muro di Piscopo su Michalovic, poi Presta in battuta mette sottopressione la ricezione biancoazzurra e Vibo rovescia il risultato portandosi sul 3-2. Le due squadre giocano sul filo dell’equilibrio, con Michalovic e soprattutto Jeliazkov che cominciano a scaldare i motori. Al primo tempo tecnico è l’Aurispa ad essere avanti di un punto (12-11), con Bolla autore degli ultimi due punti biancoazzurri, con un attacco in diagonale stretto su palla alta e un ace. E’ Vedovotto a consentire il doppio vantaggio agli ospiti con un attacco in parallela e un muro su Cernic, ma l’Alessano acciuffa subito la parità (17-17) e va avanti di un punto con un muro di Piscopo su De Paola. Le due squadre cercano di superarsi a vicenda, ma la parità perdura, finché Marzo non mura un primo tempo di Forni per il 23-21 Aurispa; Vibo prima trova la parità con due errori dei biancoazzurri (23-23), poi Presta mura Jeliazkov per il 24-23 ospite; su un attacco di Vedovotto il secondo arbitro vede un tocco del muro alessanese ed il set finisce 25-23 per i calabresi in 30 minuti, tra le vibranti proteste dei giocatori biancoazzurri e di tutto il palazzetto contro la decisione della coppia arbitrale.

Il secondo set parte con un rosso comminato a Pellegrino per proteste; Vibo corre avanti sul 6-0 approfittando di un momento di smarrimento dei biancoazzurri. Nonostante lo svantaggio l’Aurispa gioca una buona pallavolo. Mister Bramato sostituisce uno stanco Cernic con capitan Mazza; al tempo tecnico gli ospiti sono avanti 12-8. Al rientro sul parquet l’Aurispa mette in campo il cuore e riesce a rimontare dal 13-17 al 17 pari, con Piscopo in battuta che mette in difficoltà la ricezione avversaria. Il set entra nel momento cruciale con le due squadre che lottano a denti stretti per superarsi. Jeliazkov e un errore di De Paola danno all’Aurispa due set point (24-22); il primo è annullato da Michalovic dopo una lunga azione, ma alla seconda possibilità un tocco beffardo dell’opposto bulgaro spiazza il muro avversario e regala il parziale all’Aurispa (25-23 in 28 minuti di gioco).

Nel terzo parziale l’Aurispa conferma Mazza per Cernic; Vibo si porta subito sul 7-2, approfittando di un calo fisico dei padroni di casa, dovuto al grande sforzo compiuto nel set precedente. I biancoazzurri comunque non si perdono d’animo ed accorciano 7-9, con Piscopo ancora efficace con il servizio. Al tempo tecnico è 12-9 per gli uomini di mister Mastrangelo. Vibo controlla con qualche difficoltà il tentativo di rimonta dei padroni di casa, ma riesce a mantenere i tre punti di vantaggio, soprattutto per qualche errore di Pellegrino e compagni nei momenti cruciali. Alessano comunque trova la forza per arrivare al -1 (16-17), poi Vibo riprende il largo passando a condurre 21-17. Un nuovo colpo di reni dei biancoazzurri però porta l’Aurispa al 21-22. Ma la spinta propulsiva dell’Alessano si esaurisce qui e gli ospiti mettono le mani sul set vincendo 25-21 in 28 minuti, con  un errore in attacco di Jeliazkov che regala il punto decisivo ai calabresi.

Anche il quarto parziale parte ad handicap per i padroni di casa, con Vibo che conduce 3-0. L’Alessano è poco preciso in ricezione e l’attacco ne risente; Pinelli e compagni ne approfittano e scappano sul 9-5. Al tempo tecnico il vantaggio dei calabresi aumenta per il 12-7. Sul 14-8 per gli ospiti rientra Cernic per Mazza. L’ex nazionale al servizio consente all’Aurispa di accorciare fino al -3 (11-14), poi Bolla piazza l’attacco del -2 (13-15). Vibo però ritorna di nuovo avanti di 4 (18-14), complice anche il muro biancoazzurro che non è più efficace come nei primi due set. Alla fine è 25-19 per i calabresi in 25 minuti di gioco che sancisce la vittoria degli ospiti che, con i tre punti conquistati e la sconfitta di Sora a Siena, conquistano la vetta del campionato.

 

A fine gara le parole di capitan Mazza: “La sfida più importante è concentrarsi e lottare fino all’ultimo punto per arrivare alla vittoria, anche se oggi purtroppo non è andata così. Oggi giocavamo contro la seconda in classifica, una squadra costruita per vincere il campionato; abbiamo lottato con grinta, ma non siamo riusciti ad avere la meglio. C’è tanta voglia e tanto impegno da parte di tutti noi per fare bene; speriamo di ritornare alla vittoria al più presto possibile”.

 

Aurispa Alessano: Pellegrino 5, Jeliazkov 27, Cernic 1, Bolla 12, Marzo 4, Piscopo 8, Bisanti (L), Mazza, Torsello n.e., Russo (L) n.e.   All. Bramato Li., Ass. coach Bramato Lu.

Ace 4, B.S. 15, Muri 11. Ric.: pos. 57%, perf. 40%. Att. 43%

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Pinelli, Michalovic 14, De Paola 20, Vedovotto 17, Forni 6, Presta 9, Marra (L), Casoli, Ferraro n.e., Maccarone n.e., Corrado n.e., Sardanelli n.e. All. Mastrangelo, Ass. Coach Valentini

Ace 5, B.S. 15, Muri 11. Ric.: pos. 59%, perf. 30%. Att. 49%

 

Arbitri: Mariano Gasparro della sezione di Salerno e Maurizio Canessa della sezione di Bari

 

Area comunicazione Pallavolo Azzurra Alessano

Twitter #fipavpuglia

News varie puglia 2017-2018

Il punto sui campionati 2017-2018

Lo Zoom di FIPAV Puglia 2017-2018

Storie dal volley di Puglia 2017-2018

Lo Zoom di FIPAV Puglia 2018-2019

News varie puglia 2018-2019

Il punto sui campionati 2018-2019

News Beach Volley 2016-2017

News Beach Volley 2018-2019

News Nazionali e Internazionali 2017-2018

Mondiali maschili - Italy 2018

News Nazionali e Internazionali 2018-2019

News Coppa Puglia 2017-2018

News Campionti giovanili 2017-2018

News Campionti giovanili 2018-2019

News Coppa Puglia 2018-2019

EuroVolleyu18m 2018

News Serie A pugliesi 2017-2018

News Serie A pugliesi 2018-2019

News serie B pugliesi 2017-2018

News serie B pugliesi 2018-2019

News Campionati Provinciali Salento

News serie C-D pugliesi 2017-2018

News serie C-D pugliesi 2018-2019

FIPAV Lecce 2017-2018

FIPAV Lecce 2018-2019

FIPAV Brindisi 2017-2018

Facebook Fipav Puglia