Fipav Puglia Magazine

11-04-2020: #volleysalento – Le parole del Presidente del CT FIPAV Lecce Piccinni: la resilienza è quella forza interiore per riuscire a voltare pagina

Pierandrea Piccinni, presidente CT FIPAV Lecce

A pochi giorni dalla decisione della Federazione Italiana Pallavolo di porre fine alla stagione 2019/2020, il presidente del CT FIPAV lecce Pierandrea Piccinni ha voluto inviare un messaggio a dirigenti, tecnici, atleti e a tutta la pallavolo salentina con una riflessione sul momento che tutti noi stiamo vivendo, con gli auguri per una quanto più possibile serena Pasqua.

Cari amici,
è ormai noto che la Federazione ha decretato l’interruzione dei campionati relativi alla stagione 2019/2020.

Una scelta non facile ma probabilmente l’unica che equamente, ragionevolmente e sportivamente poteva compiersi.

Non portare a termine la stagione lascia l’amaro in bocca, oltreché per il senso di disfatta, anche perché disattende aspettative, sogni e posizioni legittimamente maturate nel corso della stagione.

E purtuttavia è una decisione che il mondo sportivo deve accettare proprio nella logica dei principi cui si ispira: assegnare titoli e/o retrocessioni in assenza di gioco non è una opzione sportivamente valida.

In ogni caso, la sensazione di disfatta che implica tale decisione non può che stemperarsi alla luce di quanto stiamo vivendo e di quanto sta accadendo ai nostri cari.

Ci siamo addormentati in un mondo e ci siamo svegliati in un altro.

All’improvviso, anche gli abbracci ed i gesti di fair play che eravamo soliti scambiare in campo o sotto rete sono diventati pericolose armi, potenziale veicolo di infezioni mortali.

Improvvisamente ti ritrovi a tenere il conto giornaliero delle morti, maturando il convincimento che ha tutto poco valore se non l’ossigeno per cui tanti stanno combattendo.

Poi ti rendi conto che il mondo continua la sua vita ed è bellissimo che l’aria, la terra, l’acqua e il cielo stanno bene e che “per ogni fine c’è un nuovo inizio”, come direbbe Il Piccolo Principe.

Ed allora, anche la parola fine posta a questa sfortunata stagione può divenire l’occasione per tornare a parlare di pallavolo, l’inizio di una ricostruzione sportiva, l’alba di una rigenerazione sociale ed umana.

C’è una qualità che caratterizza il genere umano e di cui noi sportivi siamo portatori sani: la resilienza, ovvero la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici e di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà.

Nello sport, così come nella vita, la resilienza é quella forza interiore, tutta da sviluppare, indispensabile per riuscire a “voltare pagina” e sapersi reinventare… è una delle chiavi per evolvere!

È la capacità di ricostruirsi, di risollevarsi, come succede quando si scende in campo dopo ogni sconfitta.

E allora, amici, alla vigilia di questa Santa Pasqua, che celebra la gioia della Resurrezione, faccio appello alla vostra forza di resilienza perché è tempo di ripartire, è tempo di risollevarci.

Lo so, non sarà affatto semplice. Anche il nostro mondo sportivo è stato colpito duramente e le chiacchierate scambiate in questi giorni con molti di voi mi hanno confermato l’estrema difficoltà dell’impresa che siamo chiamati a compiere in questa ripartenza.

Ma io, unitamente a tutto il Comitato, siamo pronti a fare la nostra parte: sarà un percorso che faremo insieme, contando sul mutuo sostegno e sul reciproco aiuto, proprio come fa una vera squadra.

Da questo punto di vista, posso già anticiparvi che in questi giorni di quarantena abbiamo messo a punto un piano per la ripartenza e non mancheranno nemmeno interventi economici diretti a sostenere sin da subito le società nel difficile compito di riportare i nostri piccoli e grandi atleti in palestra.

A breve partiremo con i corsi di formazione a distanza per i tecnici e, quindi, con incontri in video conferenza con i dirigenti ed i presidenti di società, in occasione dei quali affineremo tutti insieme la strategia da adottare.

Insomma, amici, consapevole dell’importanza dello sport nella vita di ogni ragazzo (ancor più in questa era di distanziamento sociale), io per primo, insieme a tutto il Comitato, sono pronto a scendere in campo in questa difficile sfida volta a risollevare il volley, sperando di poter contare su tutti voi e di potervi avere al mio fianco.
L’augurio quindi che rivolgo per questa Pasqua 2020 è quello di divenire eccellenti esempi di resilienza e di ripartire nella vita come nello sport con rinnovato vigore.

Vi abbraccio e Vi aspetto!

Pierandrea Piccinni

Presidente CT FIPAV Lecce